08/07/13

Il prezzo della disuguaglianza

Le società caratterizzate da una diffusa disuguaglianza non funzionano in modo efficiente e le loro economie non sono né stabili, né sostenibili nel lungo periodo. Quando infatti  un gruppo di interesse ha troppo potere, riesce a fare in modo che la politica operi a suo vantaggio, più che a beneficio dell'intera società. Quando i più ricchi usano il proprio potere politico per favorire eccessivamente i grandi gruppi sottoposti al loro controllo, le entrate di cui la collettività avrebbe estremo bisogno vengono dirottate nelle tasche di pochi, invece che messe a disposizione di tutti.

[Joseph E. Stiglitz, Il prezzo della disuguaglianza. Come la società divisa di oggi minaccia il nostro futuro, TorinoEinaudi, 2013, pag. 143-144]

Nessun commento:

Posta un commento